GRUPPO FACEBOOK

PAGINA UFFICIALE

categorie - ARMI LUNGHE

M1 GARAND YEMENITA

Il Garand scoperto per caso





Uno dei primi contratti che la Beretta prese negli anni 50 per la produzione dei fucili M1 Garand fu la grossa commessa per la Danimarca, ma ci furono due piccole commesse di fucili richieste dall’Indonesia e dallo Yemen.
In questo breve articolo tratteremo il contratto Yemenita.
L’arma è in 30.06, receiver e calcio marcati Beretta così come le minuterie. La canna è una RSC (Recoilrifle Syndacate Copenhagen) del 1955. Sul lato sinistro della pala del calcio vi e’ stampata una scritta in arabo.
La produzione del garand yemenita e’ stimata in circa 1000/1200 pezzi ed oggi è estremamente raro da trovare. I primi ritrovamenti di questi fucili avvennero negli USA quando, nel 1986, l’importatore Century Arms trovò 12 di questi fucili dentro a casse di fucili Hakim importati dell’Egitto.



Al tempo nessuno conosceva il significato del crest stampato sulla culatta e nemmeno la reale provenienza di questa misteriosa arma. Tramite ricerche si riconobbe il crest e vennero richieste informazioni all’ambasciata della repubblica dello Yemen a Washington, la quale confermò che tra il 1955 e il 1957 furono acquistati dalla Beretta un migliaio di fucili destinati ad armare la forza Reale dello Yemen del nord. Questi fucili servirono lo Yemen del Nord, affiancati dell’Arabia Saudita nella guerra civile e di rivoluzione contro lo Yemen del sud che fu spalleggiata dall’Egitto. La logica storica impone quindi che i 12 Garands ritrovati potessero essere una preda bellica da parte dell'esercito Egiziano.
Mr. Mohammed A.Albasha, capo dell’ufficio informazioni dell’ambasciata yemenita, confermò che il crest sul receiver apparteneva all’ultimo re Imam Ahmed, che morì durante gli scontri nel 1952.

La scritta sul calcio sembrerebbe significare “Proprietà del regno Mutwakilia dello Yemen. Principe dei Fedeli NASER EDDINE AL IMAM AHMED BIN HAMED AL DEEN 1378".

L'anno 1378 islamico corrisponde all'anno 1958 nel nostro calendario gregoriano. L'analisi di tutte le date in possesso, provano che l'incisione nei legni è stata apposta in Yemen e non dalla Beretta, in quanto nel 1958 le armi erano gia state consegnate.

Su questa arma ci sono veramente pochissime informazioni e nessuna fotografia d'epoca, qualora qualcuno abbia informazioni in merito saremo ben felici di pubblicarle citando il prezioso contributo.

 

CLASSIFICAZIONE COLLEZIONISTICA:

Reperibilità 5
Valore Storico 2
Valore nel Tempo 4
Valore di Mercato 5
Stato dell'Arma GRADE B+

Per consultare la legenda, clicca qui

Copyright© 2018 - CoEx


condividi: